ppp
 

Emergenza Covid-19

INIZIATIVE A SOSTEGNO DI IMPRESE E FAMIGLIE

 

All'interno di questa pagina sono riportate le misure di sostegno al reddito per famiglie e imprese e relativa modulistica da utilizzare per accedere alle iniziative previste dalla Banca in conformità con le disposizioni governative.

                                                                             

 

D.L. Liquidità convertito con modifiche nella L. 40/2020 - art. 13 comma 1 lett. m) – SOSTEGNO ALLE IMPRESE

 

Il “DL Liquidità” (Decreto Legge 8 aprile 2020 n. 23, convertito dalla Legge 5 giugno 2020 n. 40) prevede il rilascio di una garanzia pubblica pari al 100%, su nuovi finanziamenti in favore di piccole e medie imprese e di persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni, di associazioni professionali e di società tra professionisti nonché di agenti di assicurazioni, subagenti di assicurazione e broker la cui attività d’impresa è stata danneggiata dall’emergenza Covid-19. L’ importo massimo garantito non può superare il doppio della spesa salariale annua ovvero il 25% del fatturato totale del richiedente e comunque non può essere superiore a 30.000 euro, con durata massima di 120 mesi e almeno 24 mesi di preammortamento.

   

Per le imprese agricole e della pesca:

   

Istruzioni per la presentazione della richiesta di finanziamento

 

Foglio informativo - MUTUO CHIROGRAFARIO D.L. 8 aprile 2020, n. 23 ("Decreto Liquidità") ai sensi art. 13, comma 1, lett. m)

 


 

SOSPENSIONE RATE MUTUI

 

Fondo di solidarietà per Sospensione Rate Mutui PRIMA CASA

 

I clienti che possiedono un mutuo per l’acquisto della prima casa che non fruiscano già di agevolazioni pubbliche possono richiedere la sospensione delle rate fino a 18 mesi.

 

Lavoratori dipendenti

Per accedere alla misura di sostegno è necessario avere uno dei requisiti previsti dal “Fondo di Solidarietà per i mutui per l’acquisto della prima casa”, quali:

  • cessazione del rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato;
  • cessazione del rapporto di lavoro subordinato a tempo determinato;
  • cessazione dei rapporti di lavoro parasubordinato, o di rappresentanza commerciale o di agenzia (art. 409 n. 3 del c.p.c.);
  • morte, riconoscimento di grave handicap ovvero di invalidità civile non inferiore all’80%;
  • sospensione dal lavoro o riduzione dell’orario di lavoro per un periodo di almeno trenta giorni, anche in attesa dell’emanazione dei provvedimenti di autorizzazione dei trattamenti di sostegno del reddito.
    

Lavoratori autonomi e liberi professionisti

Per accedere alla misura di sostegno è necessario che il lavoratore autonomo o libero professionista, abbia avuto un calo del fatturato medio giornaliero, in un trimestre successivo al 21 febbraio 2020 ovvero nel minor lasso di tempo intercorrente tra la data della domanda e la predetta data, superiore al 33% rispetto al fatturato medio giornaliero dell’ultimo trimestre 2019. A seguito dell’entrata in vigore del decreto n. 23 del 8 aprile 2020, rientrano nel perimetro dei beneficiari dell’iniziativa anche le Ditte Individuali intestatarie di Mutui prima casa che non fruiscano già di agevolazioni pubbliche.

    

Per maggiori informazioni è possibile consulatre le risposte alle domande più frequenti (FAQ ) del sito internet di CONSAP



 

IMPRESE

 

Decreto Legge n. 18 del 17/03/2020 – Decreto Cura Italia – Moratoria IMPRESE

 

Le imprese (micro, piccole e medie imprese) che hanno registrato una carenza di liquidità come conseguenza diretta della diffusione dell’epidemia da COVID 19 possono richiedere:

  • la proroga fino al 30 settembre 2020 dei finanziamenti non rateali con scadenza anteriore al 30 settembre 2020;
  • la sospensione delle rate dei finanziamenti fino al 30 settembre 2020 scegliendo tra la sospensione dell’intera rata o della sola quota capitale;
  • il mantenimento delle aperture di credito a revoca ivi inclusi fidi per anticipo fatture esistenti alla data de 29 febbraio 2020 o, se superiori, al 17 marzo 2020.
   

Accordo ABI – Imprese in ripresa 2.0

 

Le imprese (micro, piccole e medie imprese) di tutti i settori che abbiano subito danni a causa dell’emergenza sanitaria da Covid 19, con l’applicazione della misura “Imprese in Ripresa 2.0”  possono, per i finanziamenti in essere al 31 gennaio 2020:

 
  • sospendere il pagamento della quota capitale delle rate dei finanziamenti a medio lungo termine  (ad esempio mutui); 
  • allungare la durata dell’ammortamento dei finanziamenti rateali e prorogare i crediti agrari di conduzione.
    

ANTICIPAZIONE SOCIALE A FAVORE  DEI LAVORATORI DESTINATARI DEI TRATTAMENTI DI INTEGRAZIONE (GIGO-GIGD – ALTRE CAUSALI)

 

La BCC DI OSTUNI ha aderito al “Protocollo di Intesa per l’Anticipo Cassa Integrazione tra Regione Puglia, ANCI, Parti Sociali regionali e Istituti Bancari” e alla “Convenzione in tema di anticipazione sociale in favore dei lavoratori destinatari dei trattamenti di integrazione al reddito di cui agli artt. da 19 a 22 del D.L. n. 18/2020” firmata il 30 marzo 2020 tra ABI, Istituti Bancari, Governo e Parti Sociali.

Per accedere alla anticipazione di integrazione salariale ordinario e in deroga per eventi riconducibili all’emergenza epidemiologia da Covid-19 (artt. da 19 a 22 del D.L. n. 18/2020) è possibile utilizzare i modelli di richiesta sotto elencati:

 
 

Per tutte le informazioni è possibile consultare:

  • il sito dedicato all’emergenza COVID 19 Gruppo Bancario ICCREA
  • l’area con le risposte alle domande più frequenti (FAQ ) del MEF

 

MODALITÀ DI INVIO DELLA DOCUMENTAZIONE 

 

I moduli e documenti necessari per usufruire delle misure di sostegno si possono inviare via PEC all’indirizzo bccostuni@pec.it, via mail all’indirizzo segreteria@ostuni.bcc.it oppure direttamente tramite il presente  sito web. La BCC di Ostuni  mette a disposizione un apposito modulo che permette ai clienti, previa registrazione all’Area Clienti, di caricare in sicurezza l’intera modulistica.

Scarica la Guida con le istruzioni

Accedi all’Area CLIENTI per la registrazione e l’invio della documentazione

Tutta la documentazione deve essere accompagnata da documento di identità in corso di validità.